Chi ha più Bitcoin?

Secondo Statista, dal primo trimestre del 2014 al terzo trimestre del 2017, il numero di utenti Bitcoin è aumentato costantemente dal suo inizio nel 2009. Il totale a settembre 2017 è di 15 milioni di utenti di portafoglio.

La rete di Bitcoin contiene oltre 11 milioni di indirizzi con un saldo esistente di oltre $1 nei loro conti.

È un dato di fatto che gli utenti possono mantenere più di un indirizzo, riducendo relativamente il numero di utenti Bitcoin.

Di seguito è riportato un elenco di persone che detengono il maggior numero di Bitcoin nei loro account.

Satoshi Nakamoto
Si ritiene che il fondatore di Bitcoin usi lo pseudonimo Satoshi Nakamoto ed è percepito come un individuo o un gruppo di persone che sono rimaste anonime dalla sua creazione.

Satoshi detiene un totale di 1 milione di Bitcoin e secondo MONEY, utilizzando gli attuali tassi di cambio, l’inventore si trova su una fortuna del valore di oltre 15 miliardi di dollari al dicembre 2017.

È assurdo che Satoshi abbia speso meno di 500 Bitcoin fino ad oggi.

Il governo degli Stati Uniti

Secondo WIRED, l’FBI controlla 144.000 monete del valore attuale di oltre 100 milioni di dollari. Queste monete sono state sequestrate da Silk Road, un noto mercato di droga online creato e gestito da un americano di nome Ross Ulbricht.

Numero di utenti Bitcoin Profit

Bitcoin ha reso il sistema federale il secondo a detenere i portafogli Bitcoin più significativi nella storia della moneta criptata.
I gemelli Winklevoss

Sono stati portati alla ribalta a causa della loro amara disputa con Mark Zuckerberg per la fondazione iniziale di Facebook Inc.

Secondo uno studio del NY Times, i gemelli hanno investito un totale di 11 milioni di dollari in Bitcoins, il che li rende tra le persone più ricche del club di Bitcoin. Il loro valore è di 400 milioni di dollari.

I fratelli hanno poi fondato Gemini Trust Co., una piattaforma digitale di cambio valuta nell’ottobre 2015.

 a conoscenza di Ethereum Code

Charlie è venuto a conoscenza di Bitcoin per la prima volta nel 2011, quando era senior al Brooklyn College. Ha acquistato oltre 500 monete a 3 dollari a testa invece di estrarre, come era normale in quei momenti. Quando il prezzo della valuta proiettato a $ 20, ha anche comprato migliaia di dollari.

In seguito ha presentato Bit Instant, un’azienda che ha permesso agli utenti di acquistare Bitcoins in oltre 700.000 negozi, tra cui i giganti Walmart e Duane Reade. Da allora, l’azienda ha trattato trionfalmente oltre 14 milioni di dollari di Bitcoin. I Bitcoin di Charlie sono stimati in un valore di 45 milioni di dollari.

Jered Kenna
Jered è un famoso imprenditore Bitcoin e un ex marina. Nel 2011 ha fondato una piattaforma di scambio conosciuta come Tradehill che ha rivaleggiato con il defunto Mr.

Jered ha fatto un ingresso brillante a Bitcoin acquistando alcune monete al prezzo di $0.2 ciascuno. Più tardi li ha venduti ad un prezzo enorme di $258 ciascuno con un profitto di $257 per ogni moneta. Era uno dei suoi enormi lotti. Jered vale 30 milioni di dollari.

Pubblicato in creazione | Lascia un commento

Dopo il Rollback di Bitcoin Futures.

OKEx nega le richieste di manipolazione dopo il Rollback di Bitcoin Futures.

1
NOTIZIE
Nikhilesh De

OKEx, con sede a Hong Kong, ha spinto indietro contro le accuse di aver manipolato il suo mercato dei futures bitcoin la scorsa settimana.

Come riportato in precedenza da CoinDesk, OKEx ha fatto rollback dei futures a causa di quella che ha definito una vendita “irregolare” il venerdì. All’epoca, i prezzi dei futures si discostavano nettamente dal prezzo sottostante del bitcoin, portando ad una serie di liquidazioni e l’eventuale rollback, che è stato avviato quel pomeriggio. Ad un certo punto, il prezzo dei futures è sceso fino a 4.755 dollari dopo una precedente caduta a circa 5.200 dollari.

Dal prezzo sottostante del Bitcoin Trader

Tuttavia, gli sviluppi hanno anche suscitato critiche diffuse tra i social media, tra cui le accuse che OKEx ha avuto un ruolo nella manipolazione del mercato. In una dichiarazione pubblicata martedì, OKEx ha confutato le affermazioni, affermando che “non siamo direttamente coinvolti nelle transazioni” e che OKEx ha intrapreso lo smantellamento nel tentativo di proteggere i propri clienti.

OKEx ha detto:

“Noi, come piattaforma di trading, non trarremo profitto dalla volatilità dei prezzi, ma genereremo reddito dalle commissioni di trading. Non abbiamo motivo di manipolare, e non abbiamo mai e non lo faremo mai, i prezzi di uno qualsiasi dei nostri mercati”.

Bitcoin Profit la scorsa settimana.

Nel blog, lo scambio ha evidenziato diverse immagini diffuse attraverso i social media che a suo dire erano false. Le immagini, ha detto OKEx, sono state utilizzate nel tentativo di far sembrare che lo scambio fosse impegnato in una manipolazione.

OKEx ha anche chiarito che ha messo in atto nuove regole per evitare che una simile vendita avvenga, che è entrata in vigore il 30 marzo.

“Alla luce di questo problema, sono state immediatamente lanciate nuove ‘regole sui limiti di prezzo’ per prevenire il verificarsi di incidenti simili”, ha detto OKEx. “Ci scusiamo profondamente per l’inconveniente causato”.

Pubblicato in punto | Lascia un commento

Il bitcoin è il nuovo oro?

Alcuni asset non generano entrate, il più noto asset improduttivo è l’oro. Bitcoin è stato spesso paragonato all’oro, dato che non può essere considerato come una valuta, ma come un investimento che non genera entrate. Utilizzando il nostro approccio del valore minimo, possiamo supporre che l’oro abbia un valore di mercato minimo a causa del suo uso industriale. Infatti, il valore di un bene industriale dell’oro diventerebbe il valore minimo anche se non avesse alcun valore come investimento finanziario. Ancora una volta, il bitcoin in questa fase non ha alcun uso industriale e non potrebbe fingere di avere un valore così minimo.

Detto questo Bitcoin Code

Detto questo, per evitare una visione totalmente distorta del bitcoin, potremmo Bitcoin Code discutere su un valore potenziale per l’investimento – i metodi finanziari vedono un valore nella diversificazione. Per i gestori patrimoniali con grandi portafogli di investimento, un valore di bitcoin potrebbe quindi derivare dal fatto che il bitcoin non è pienamente correlato ai mercati finanziari.

Warren Buffett, Presidente e CEO di Berkshire Hathaway, nel 2013. Fortuna /Flickr, CC per anno
O forse uno schema Ponzi
Allora, dopo tutto quello che abbiamo visto, perché i bitcoin hanno un valore sul mercato? Come dice Warren Buffet: “Tutto quello che conta è che la prossima persona ti pagherà di più”. Questa risposta corrisponde alla definizione di schema Ponzi.

Uno schema Ponzi può essere definito come uno schema di investimento disonesto in cui gli investitori più anziani sono pagati dai nuovi investitori che entrano nel sistema. Per il sistema Ponzi per funzionare è necessario avere un flusso continuo di nuovi investitori. In questo tipo di sistema, un solo manager lavora per attirare nuovi investitori. Nel caso di bitcoin, la specificità si basa sul fatto che tutti i proprietari diventano manager bitcoin nella maggior parte dei casi senza saperlo.

Gli schemi Ponzi di solito non danno solide basi per un valore patrimoniale. Anche in questo caso, le attività valutate attraverso uno schema Ponzi finiscono per non avere alcun valore una volta che lo schema Ponzi si dipana o crolla. Gli schemi Ponzi di solito crollano in tempi di crisi, quando mancano i nuovi entranti o quando la gente cerca di ritirarsi massicciamente da esso. Se il sistema bitcoin si dimostra essere uno schema Ponzi, la prossima recessione economica potrebbe presto svelarlo e abbattere il bitcoin al suo valore minimo: non molto.

Pubblicato in potenziale | Lascia un commento

Qual è il valore reale di un bitcoin?

Dichiarazione di divulgazione
Dejan Glavas non lavora per, consulta, possiede azioni proprie o riceve finanziamenti da società o organizzazioni che potrebbero beneficiare di questo articolo, e non ha rivelato alcuna affiliazione rilevante al di là della loro nomina accademica.

Partner
ESCP Europa

ESCP Europe fornisce finanziamenti in qualità di membro di The Conversation FR.

Il Conversation UK riceve finanziamenti da Hefce, Hefcw, SAGE, SFC, RCUK, The Nuffield Foundation, The Ogden Trust, The Royal Society, The Wellcome Trust, Esmée Fairbairn Foundation e The Alliance for Useful Evidence, oltre a sessantacinque membri universitari.

Visualizza l’elenco completo

Ripubblicare questo articolo
Ripubblicare Ripubblicare i nostri articoli gratuitamente, online o in stampa, sotto licenza Creative Commons.

Bitcoins e benjamins: Qual è la valuta reale? David McBee/Pexels
Email eMail
Twitter8
Facebook39
LinkedIn
Stampa
Una delle domande più calde riguardanti il bitcoin da quando i primi sono stati creati nel gennaio 2009 è il suo valore reale. Secondo Warren Buffett, l’investitore più influente al mondo, la risposta a questa domanda sarebbe: non molto.

Cercheremo anche di rispondere a questa domanda utilizzando due concetti in economia e finanza: valore minimo (o residuo) e schemi Ponzi. L’approccio del valore minimo è un approccio prudente. Con questo approccio vorremmo sapere quale valore rimane quando tutto va storto, come in caso di perturbazione del mercato o di crisi economica.

Valore come valuta o valore come investimento?
Prima di cercare di valutare un bitcoin dovremmo definirlo come una valuta o come un investimento. Il suo utilizzo come mezzo di pagamento con alcuni commercianti può portarci a vedere il bitcoin come una valuta non legata ad un paese e senza banca centrale.

I bitcoin sono solitamente misurati in termini di tasso di cambio con lo Yen giapponese e il dollaro USA, in quanto queste due valute rimangono le principali valute per le quali vengono scambiati i bitcoin.

Cercheremo ora di valutare i bitcoin come valuta utilizzando l’approccio del valore minimo.

Tutte le principali valute hanno una banca centrale che controlla il tasso di cambio della loro valuta rispetto alle altre valute e soprattutto al dollaro. Contrariamente alla maggior parte delle valute scambiate, bitcoin non ha una banca centrale o un’entità che controlla il suo tasso di cambio. Pertanto, il tasso di cambio del bitcoin rispetto al dollaro o allo yen giapponese potrebbe teoricamente scendere a zero.

Come alcuni accademici e professionisti lo qualificherebbero, il bitcoin non può essere considerato come una valuta, ma come un investimento. In finanza, misureremo il valore intrinseco di un investimento come la somma dei ricavi futuri che esso genera (con uno sconto per tenere conto del tempo). I Bitcoin non generano entrate presenti o future. Pertanto, come investimento e utilizzando un valore minimo, i bitcoin hanno un valore minimo pari a zero.

Pubblicato in articolo | Lascia un commento